Corsari del Gusto®

Liberi pensieri di un contadino della provincia di Cuneo e dei suoi amici

Mounsù Bigazzi ed il gatto (dagli stivali?)

Tutta la mia solidarietà a questo eroe del piccolo schermo. UNO DEI POCHI CHE BUTTA NEL CESSO L‘ETICHETTA  (PARACULAGGINE) E CHIAMA INDUSTRIE I MODERNI ALLEVAMENTI!!

Sospeso dal servizio (La prova del cuoco, RAI UNO) per avere detto che, in tempi lontani, si usava mangiare il gatto perchè l’altra carne, (conigli, pollame, ecc.) era merce rara e bisognava venderla per fare su un pò di danè.

In questa Italia  di culi pallidi, dove non ci scandalizza più per niente, (COCAINOMANI, CULATTOMANI, MITOMANI, LADRONI, PELANDRONI, ZOCCOLONI, FALSONI, BASTARDONI, ZOMPATE, ) non bisogna toccare il gatto, pena, fòri di ciap!

Siamo sempre alle solite: orrore CI MANDANO A TIRARE NAPALM IN TESTA A VECCHI, DONNE  E BAMBINI E POI SI SCANDALIZZANO SE SCRIVIAMO CAZZO SULL’ELMETTO…orrore, l’orrore è…(Colonnello Kurtz, Viet-Nam)

Mounsù Bigazzi è una persona per bene, educata, forse qui un FANCULO ci sarebbe stato bene, magari gli è rimasto tra i denti! (By Corsaro)

4 Commenti »

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


4 Risposte a “Mounsù Bigazzi ed il gatto (dagli stivali?)”

  1. 1

    marzia dice:

    lo ammetto, il gatto non lo mangerei, così come non mangerei il cane. però so bene che è solo una questione di testa. infatti allevo e mangio conigli, cosa che scandalizzò la mia amichetta inglese, visto che per loro il coniglio è un animale da compagnia.

    cacciato perchè ha detto che una volta si mangiavano i gatti… che idiozia. aveva ragione gramellini su “la stampa” qualche giorno fa, ormai ci si scandalizza e si prendono provvedimenti “forti” per delle cose da poco, mentre dilaga il marcio e lì nessuno fa niente

  2. 2

    AUGUSTO dice:

    CHI E’ SICURO AL 1000 % DI NON AVERE MAI MANGIATO IL GATTO, LANCI LA PRIMA PIETRA E LO GIURI.

  3. 3

    Guido dice:

    Lo hanno espulso definitivamente!

  4. 4

    Corsaro dice:

    Ho saputo!
    La cosa è molto grave: espulso il magnagatti premiato (con la libertà) l’assassino dalle 97 coltellate e, tra un anno, la sua complice.

    Una giustizia all’incontrario?
    Eh, dipende dai punti di vista, infatti, qualcuno dalla puzza di zolfo, sarà contento.

Lascia un commento




Il tuo commento:

Segnala questa notizia su ZicZac!