Corsari del Gusto®

Liberi pensieri di un contadino della provincia di Cuneo e dei suoi amici

Ma va là, balengo!

Ricevo una email di un mio amico che mi dice di avere parlato, con un suo amico, del mio settore, di me. Dice, il mio amico, che, il suo amico mi considera uno che vola alto e, tradotto dall’italiota significa che sono uno sbruffone, che se la tira.

La mia prima risposta è: Certo che volo alto, lui è un nanetto! E’ una risposta netta, che non lascia scampo all’omino provocatore. Però poi penso, ma chissà chi è costui, non lo conosco, magari è altissimo, gigantissimo per cui meglio evitare lo scontro fisico. Per lui naturalmente!

Ragioniamo! Allora io sarei uno che se la tira? Allora mi voglio confessare, con voi, e, per l’occorrenza, voglio evidenziare, per iscritto,  qualche punto del mio modo di essere cosi da avere traccia di questa mia tracotanza. E di conseguenza studiare l’eventuale salasso depuratore della mia anima…che vola alto.

Ecco i probabili motivi per cui volo alto:

1) Come contadino, produttore non essere allineato con i vari detentori della verità suprema del gusto. Ergo, non gli rifornisco la dispensa.

2) Di solito mi faccio i cazzi miei.

3) Mai desiderato la donna ed i soldi altrui.

5) Mai rubato denaro pubblico, tantomeno privato, non vivo di bustarelle.

6) Non ho avvisi di garanzia pendenti, tantomeno processi in corso. O, peggio ancora condanne di terzo grado definitive.

7) Deve ancora nascere quello/a che mi mette il morso e le briglie.

8) Non mando a dire nulla a nessuno, dico io!

9) So ancora emozionarmi e sognare davanti alle bellezze del creato.

10) Uso internet non viceversa, lo uso come so, come sono nella realtà.

Ecco. più o meno questi dieci punti sono un pò della mia cosidetta baldanza. Sono cose gravissime, scusatemi, me ne rendo conto. Credo che nemmeno un esorcismo possa servire, anche dato l’età.  Che peccato, neh? Potevo essere un bravo ragazzo ma invece ho voluto fare il ribelle.

BOJA FAUSS! (By Corsaro)

31 Commenti »

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


31 Risposte a “Ma va là, balengo!”

  1. 1

    AUGUSTO dice:

    GLI AMICI DEGLI AMICI SONO SEMPRE STATI E SEMPRE SARANNO DELLE TESTE DI… BRIOCHES

  2. 2

    anonimo dice:

    mandalo afanculo

  3. 3

    ritarella dice:

    Corsaro, sei un mito!
    E se uso io questa espressione (che in genere non sopporto) è tutto dire.
    Concordo con te (lo sai) e una volta tanto anche con l’anonimo, anche se non si firma (e quindi non si capisce se è lo stesso dei commenti – del cavolo – negli altri post).
    Ciao!

  4. 4

    Corsaro dice:

    Rita, ma dai!
    Anonimo modera i termini non siamo mica al bar.

  5. 5

    marzia dice:

    mai ascoltare le voci, basta essere a posto con la propria coscienza 😉

  6. 6

    chiticonosce dice:

    aninimo1) Come contadino (E TU SARESTI UN CONTADINO???? …), produttore non essere allineato con i vari detentori della verità suprema del gusto (BALLE SEI SULLA CAMPAGNA AMICA DEI COLTIVATORI …….). Ergo, non gli rifornisco la dispensa.

    2) Di solito mi faccio i cazzi miei (QUESTA POI è UNA C… STRATOSFERICA….).

    3) Mai desiderato la donna ed i soldi altrui (SICURO????….. SUI SOLDI HO LE PROVE CHE DICI BALLE).

    5) Mai rubato denaro pubblico, tantomeno privato, non vivo di bustarelle (E CI MANCHEREBBE …. NON HAI INCARICHI PUBBLICI ).

    6) Non ho avvisi di garanzia pendenti, tantomeno processi in corso. O, peggio ancora condanne di terzo grado definitive. (PROCESSI NO… MA GRATTACAPI… AHH AHHH AHHH )

    7) Deve ancora nascere quello/a che mi mette il morso e le briglie.( DI SEI DEFINITO DA SOLO … MORSO E….)

    Non mando a dire nulla a nessuno, dico io!( MA DAI… SICURO??)

    9) So ancora emozionarmi e sognare davanti alle bellezze del creato.( BLAA… BLAA… BLAA.. BANALITA’)

    10) Uso internet non viceversa, lo uso come so, come sono nella realtà.(SAREBBE MEGLIO VICEVERSA.. )

    TE LO HANNO GIA’ SCRITTO SMETTILA DI SCRIVERE TAVANATE, PERCHE’ CHITICONOSCE SANNO CHI SEI..

  7. 7

    Corsaro dice:

    Finalmente ti ho stanato. Non basta cammuffare la email, pivello!
    Comunque sto al giuoco.

    Ma va? Non lo sapevo. Non c’è un mio consenso scritto per cui non vale nulla. Chissà quante belle bimbe girano con la mia foto nel portafoglio senza che io le conosca. E’ la grandezza dei Corsari!…Ti urtica? E quelli sarebbero i detentori della verità del gusto? Ma va la, balengo! sono ben altri i parruccono del gusto. Sono un contadino del terzo millenio. Una evoluzione a se stante.

    2) Difendo, con i denti, uno spazio vitale congruo al mio essere per cui, quando sembra che mi faccio i cazzi altrui, è che, sti cazzi, hanno invaso la mia strada. Anche qui, nulla!

    3) Qui caschi molto male. I soldi sono solo un mezzo per vivere, forse, bene. Tribolo come tutti gli onesti che pagano il pizzo allo stato per cui ne ho pochi e CERTO che impreco con chi (ci) ha rubato i tanti…

    5) Ho ben due incarichi, direi, pubblici. E poi il mio lavoro. Quandi pseudoagricoli vivono di contributi CEE? Non sai?

    6) Grattacapi? Li vivo giorno per giorno. Come dice la Bibbia, sono un credente e fedele al Dio del Veccho Testamento. Occhio per occhio…

    7) Non l’ho capita.

    8) aspetta che ti becco…

    9) Geloso?

    10) Geloso?

    Le scrivo e le firmo con il mio nome cosa che tu non fai, nemmeno in questo caso. La differenza è abissale, roba che distingue l’uomo dall’ominicchio.

    E il punto 4? Non ti sei chiesto nulla?

  8. 8

    anonimo dice:

    e chi sarebbero i parrucconi del gusto?

  9. 9

    Corsaro dice:

    Quelli che portano la parrucca.

  10. 10

    anonimo dice:

    anonimoo i gialli???

  11. 11

    Fabio Cavallari dice:

    Edoardo è un contadino, un lottatore dell’epoca moderna. Io lo conosco da poco ma ho visto nei suoi occhi la forza, l’attenzione e la passione degli uomini veri. Ha un ideale, ma non è ideologico, usa i fendenti della penna con durezza, a volte con l’indelicata verità dei giusti, ma sempre con la tenerezza corsara degli onesti. Vola alto sì, perché crede nella realtà, perché non gioca con gli aggettivi, perché si sporca le mani e le unghie con l’umido della terra. Non voglio usare parole edulcorare a sproposito e neppure offrirmi come scudo alle ingiurie, da solo è capace di far fronte alle piogge ed alla neve, ai campi aridi e alle difficoltà quotidiane. Edoardo usa il suo volto, il suo nome, la sua fatica per edificare il percorso, sfamare la sua famiglia, offrire un desco ai suoi Amici.
    Edoardo vola alto. Per carità, come tutti noi, ha pregi e difetti. E se proprio mi devo esprimere in tal senso, oggi mi sento di farlo con estremo piacere. Il Corsaro crede nella convivenza civile, nella democrazia e nella libertà di espressione. Questa è una dote, ma quando qualcuno si permette di usare la clava, lo sproloquio e l’offesa trincerandosi dietro l’anonimato, non dovrebbe meritarsi l’ascolto. La censura è un metodo che rimanda a cattivi periodi, che non contiene dentro di sé gesti virtuosi. Eppure il dialogo non può esistere quando uno dei due interlocutori si maschera, quando la tastiera del pc diventa l’ombra che nasconde il viso. Gli anonimi non dovrebbero esser di casa. Caro Edoardo apri le porte a chi ti tende la mano ed anche a coloro che voglio esprimere un giudizio critico, ma non permettere a nessuno di sporcare il tuo spazio. Bisogna lottare per la propria anima, e tentare anche di preservarla dagli assalti predatori dei parolai di professione.
    Un abbraccio. Fabio

  12. 12

    Corsaro dice:

    Fabio, grande! Che parole, mi imbarazzi. Troppo buono!
    Ma si, sono immune agli anonimi ed i loro abbai. Ne ho conosciuti nel mondo dei webgolosi. Poi dal vivo sono miciomicio.

  13. 13

    ritarella dice:

    Caro Corsaro, mi rabbuiavo leggendo il delirante e incomprensibile commento n. 4, non per le scemenze che vi sono scritte, ma pensando a come l’avresti preso tu.
    Non a caso ho detto scemenze, perché definirle insulti significherebbe dar loro una valenza, che evidentemente non hanno.
    Ha ragione Fabio, condivido parola per parola, continua a lottare per il possesso della tua anima (ormai l’ho fatta mia, questa tua bellissima espressione).
    E come disse il buon Dante – guarda caso… mentre era a spasso per il Purgatorio – “non ragioniam di lor, ma guarda e passa.”

    PS: contrariamente a quel che si pensa, la frase corretta è proprio questa, “non ragioniam di lor…” e non quella da quasi tutti citata “non ti curar di lor..”. Ecco, di quel che dice questa gente non solo te ne devi fregare, ma proprio neanche ci devi pensare!

    PPS: tu mi conosci poco, ma guarda che è stato un grande sforzo per me concludere questo post senza neanche una parolaccia (chiedi a chi mi conosce!!!).
    Io sono sanguigna di nome e di fatto (e anche un po’ corsara…), ma stavolta non ne valeva la pena!

  14. 14

    Corsaro dice:

    Rita no dai, veramente, siamo seri! Prendermela? Per quello che l’omuncolo ha detto? Arriva qui passando dal vecchio blog: http://www.corsaridelgusto.blogspot.com. E’ una vecchia conoscenza che non capisco perchè ha voluto trincerasi (così crede) dietro l’anonimato. Poteva benissimo apparire lo sa che la rissa, ogni tanto, mi giova.

  15. 15

    ritarella dice:

    Bene, se non ti sei inc… ops… se non te la sei presa, meglio così!!!

  16. 16

    anonimo dice:

    Che tristezza leggere i commenti dei difensori del nulla.
    anonimoProprio perchè non ti conoscono parlano così, e se solo fossero attenti a quello che dici e in contatto con la realtà (territoriale) del tuo essere, sicuramente potrebbero anche dire cose giuste.
    Purtroppo conoscono solo una parte di te, probabilmente quella che hai voluto fargli vedere.
    E non sanno le b…. che gli racconti e la vera realtà dei fatti.
    Lo so che da fastidio ma se sei veramente un uomo e non un ominicchio come dici, non potrai che darmi ragione.
    Hai risposto malino hai punti del tuo elenco devi essere piu convincente con chiticonosce.

    PS. gli insulti sono sinonimo di ristrettezza mentale…
    Inoltre non è possibile essere GELOSI del nulla…

  17. 17

    ritarella dice:

    @ anonimo
    Gli insulti saranno anche il sinonimo di ristrettezza mentale… e qui, effettivi o solo ipotizzati e/o pensati di insulti ce ne sono.
    Ma tutti firmati, tranne i tuoi.

    @corsaro
    Questo è uno di quei casi in cui “non ragioniam di lor…” non basta, ci vorrebbe una censura stalinista, che è ancora meno faticosa dell’insultare.
    A Roma (ma credo un po’ dappertutto) si dice “Quanno ce vo’, ce vo’!”
    Ma lo so che a te la rissa piace!

  18. 18

    Gianfranco dice:

    accuse e insulti anonimi e non ben specificati, cadono nel vuoto!!!

  19. 19

    Corsaro dice:

    Tranquilli amici.

    Dai spiega queste balle e anche la mia presunta invidia di denaro altrui, signorina vendicativa.

  20. 20

    Corsaro dice:

    Bello il tuo avatar, anonima!

  21. 21

    ritarella dice:

    Bello, nel senso di adeguato?

  22. 22

    Corsaro dice:

    Si adeguato perchè rende l’idea di cosa è un anonimo di questo genere: lancia il sasso e nasconde la mano, parla di me come racconta balle ma non ci spiega quali che siano ste balle. Ma sarà difficile che oggi scriva, l’ufficio è chiuso. Non ci resta che attendere. Giammai si dica che non ho dato una possibilità ad una signorina, delusa.
    AGGIORNAMENTO: bada ben, anonima delusa, ti lascio spazio in questo post affinchè ci illustri quali siano le balle che, secondo te, io racconto ai miei amici. Sii concisa e senza allusioni, vogliamo la sostanza. Pena la rimozione dei tuoi commenti.
    Ultima cosa: non provare ad insozzare altri post, divento cattivo, cioè normale, vengo a cercarti, meglio evitare!

  23. 23

    Gianfranco dice:

    Ufficio chiuso?????
    Ma che è un …culo pallido magari giallino?!?!?!

  24. 24

    Luca Ripellino dice:

    Ma, leggendo e rileggendo quell’intervento anonimo (e già questo dice tutto…), volgare, codardo, mi è venuto qualche sospetto…. Non so nulla di avatar, di controlli, di uffici aperti o chiusi….ma in compenso ricordo bene di quella donzella un pò stanca un pò arrabbiata con il mondo, che amava intrufolarsi un pò dappertutto ma che dappertutto cercava il suo tornaconto e tante altre cose che se la signora non esce allo scoperto certamente metteremo in piazza….

  25. 25

    Luca Ripellino dice:

    Chiticonosce, dove sei? Non scrivi oggi? Dai, è lunedì e sarai di certo al lavoro…

  26. 26

    AlbertoM. dice:

    Un comportamento vergognoso, meschino e codardo. Del Corsaro si può dire che sia un tipo incandescente, che parli troppo e senza nascondersi dietro un falso sorriso. E stato molto coerente nelle scelte del suo lavoro, come quella di volere continuare a lavorare solo con botteghe invece di buttarsi nella grande distribuzione o presunta tale. Mi ha raccantato i suoi dubbi e le sue rinunce a certi giri. Il suo sbaglio è averlo scritto o detto per esempio che non gli sono simpatici i gialli o i lenti. poteva starsene zitto e sfruttare le occasioni, come fanno in tanti, quasi tutti. Ma dire che sia un contaballe non esiste, il suo impegno è stato una scelta di vita che, per chi lo conosce, come me da tempo, non lo ha mai visto pentirsene. E questo non è poco. L’anonimo sarà qualcuno che pensava di girarselo come gli pareva ma ha picchiato il naso.

  27. 27

    Luca Ripellino dice:

    Esatto Alberto, e non dimenticare che “pensava di girarselo come gli pareva” per un suo tornaconto, bada bene… E invece pare proprio che abbia picchiato il naso!!! Cmq ho sempre più idea di sapere chi è la signora (parola grossa, in certi casi) in questione: se ne potrebbero raccontare delle belle, e chissà che non lo si faccia, giusto per solleticarla un pò…

  28. 28

    Gianfranco dice:

    ho chiesto se è giallino, perchè usa le stesse tattiche che usano i gialli qua da noi, ovvero: noi nel nostro sito abbiamo messo che non pubblichiamo opinioni anonime, allora si firmano con nomi falsi, addirittura mandavano a casa lettere (a Fabiano, che il corsaro ha conosciuto) con firma di gente che non esiste è allucinante!!!!

  29. 29

    Luca Ripellino dice:

    No, non credo sia giallina: molto più semplicemente, la trovi dove tira il vento (e il vino). Ama molto la compagnia di ubriachi…

  30. 30

    Corsaro dice:

    Allora, essere immondo e birbone che fine hai fatto?

  31. 31

    Corsaro dice:

    Che peccato, non scrivi più! Ti scoccia che ho degli amici, neh? Mi vorresti come te, sola soletta?
    Allora queste balle che racconto e possibile sapere quali sono e sta prova che dici di avere sulla mia invidia del denaro altrui dovè?
    Forza bambola sputa il rospo, avere un’occasione per fare a pezzi il Corsaro non è da tutti! Poi c’è la taglia, ricordi, ne avevamo parlato. Un miglione (rigorosamente con la g). Forza parla

Lascia un commento




Il tuo commento:

Segnala questa notizia su ZicZac!