Corsari del Gusto®

Liberi pensieri di un contadino della provincia di Cuneo e dei suoi amici

Agricoltori armiamoci e…partite!

images3Partite nel senso di partire,  scoppiare, finire, chiudere. Questo è un pò il senso dei discorsi che si sentono in piazza, al mercato e nel mondo agricolo. Qualcuno parla di una agricoltura che scompare per fare spazio ai prodotti esteri delle multinazionali che, in fondo, sono quelle che beno o male fanno girare il mondo.

Stronzate!

L’autocommiserazione, l’abbandono all’ idea che nulla cambia, che il mondo è così e null’altro che il pensiero inculcato dalla propaganda. I nostri nonni, oggi ultranovantenni,  si sono sopportati due guerre mondiali e qualcuno è ancora qui: come una roccia.

Propaganda è anche seminare polvere di ottimismo misto ad incenso (ottimismo liturgico) che vorrebbe “drogare” e caricare le masse per meglio sopportare quello che ci spetta ancora di vedere. Bisogna partecipare, infilarsi nelle istituzioni, fare sentire il fiato sul collo a chi abbiamo mandato ai piani alti.

Realismo, calcolo millimetrico, rinuncie, lungimiranza, cera nelle orecchie per non sentire il canto delle sirene, olio di gomito, pane e pomodoro. Petto in fuori e palle in dentro.  Ecco la mia ricetta anticrisi!                                                            Sfido chiunque  a contraddirmi. (By Corsaro)

10 Commenti »

Puoi lasciare una risposta utilizzando il modulo in fondo. Il trackback non è attualmente abilitato.


10 Risposte a “Agricoltori armiamoci e…partite!”

  1. 1

    Sai Baba dice:

    ecco che il Corsaro-delirio!
    prima rompi le catene di tutto quello che ti lega alla materia prima comprendi Krisna

  2. 2

    Corsaro dice:

    Guarda, visto che al momento sono materia mi occupo di materia.

  3. 3

    nicola dice:

    voi fate sono parola intanto prendete soldi della cee, quelli che togliono ai lavoratori. l’agrigoltura non ha piu senso di esistere in un mondo globalizzato.facciamola fare a chi ha gli sspazi ed e povero. voi delle ville con la piscina e poi il grande trattore pagato con i soldi dei lavoratori! voi rdicoli con i vostri prodottino tipico che fa morire di fame ttti, voi ch e consumate acqua,cheinquinatel’ariae la terra,voi dovete sparire

  4. 4

    Barbacane dice:

    ha ha ha

  5. 5

    chileggeva dice:

    Sono un po’ ignorante in materia ma che significa che il blog ospitato su eu-wp non aveva più utilità? Che cosa cambia? EC

    Sergente Hartman

    FUORI TEMA!

  6. 6

    marzia dice:

    negli ultimi giorni ho sentito parecchie utopie… il mondo agricolo, l’allevamento, sono però cose concrete.
    credo che oggi il meccanismo sia più che mai malato: gli aiuti da una parte, le multinazionali dall’altro, chi fa la fame e chi butta via la roba perchè non vale niente.
    c’è qualcuno che sta facendo davvero qualcosa per risolvere questi problemi???????

  7. 7

    chileggeva dice:

    Signor-si segente!

  8. 8

    chileggeva dice:

    Meglio sergente con la R

  9. 9

    Corsaro dice:

    Punto e virgola!

    @Marzia: non faranno nulla perchè sta succedendo quello che è previsto. Chi esce dall’inferno che verrà avrà veramente le palle.

  10. 10

    Giuk dice:

    non è questione di palle ma di pelle

Lascia un commento




Il tuo commento:

Segnala questa notizia su ZicZac!