Corsari del Gusto®

Liberi pensieri di un contadino della provincia di Cuneo e dei suoi amici

Contenitori e contenuto

Un tempo non troppo lontano il secchio, la bottiglia o il bicchiere contenevano l’acqua oggi, anche se incredibile, succede esattamente la stessa cosa ma con una valenza completamente ribaltata: Il contenitore è diventato l’attore principale mentre il suo contenuto, di qualsiasi cosa si tratta, non è importante anzi, talvolta addirittura superfluo.

Il  Pacagine (filosofia della confezione) è il protagonista assoluto di questa storia. Il Pacagine confeziona per bene e soddisfa prima uno dei nostri 5 sensi, la vista, che concede il suo “nulla osta”  mixando quello che si vede, che ci è proposto,  a immagini memorizzate nei ricordi, nei sogni o nei desideri nascosti dandoci una emozione direi “visiva-immaginaria”.  Ma attenzione, anche il gusto lavora con i ricordi! Infatti memorizza sensazioni positive e negative nel corso della nostra vita e cataloga, con buono o cattivo, ciò che mangiamo dandoci invece una emozione concreta. Infatti, se ciò che abbiamo addentato non ci piace, non abbassiamo lo sguardo ma lo sputiamo (per modo di dire) nel piatto!  Se poi ci pensiamo bene anche gli altri tre sensi, udito, tatto ed olfatto lavorano più o meno così, diciamo, alla buona.  E allora?

Allora solo una piccola riflessione per iniziare, bene,  la settimana: dove risiede una scelta consapevole?

1 ) Nei 5 sensi?

2 ) Nel portafoglio?

3 ) In un consiglio di una persona fidata?

4 ) Nella pubblicità?

5 ) Nella fiducia verso il nostro bottegaio?

6 ) Nel caso?

7 ) Tirando i dadi?

8 ) Nel personal trainer o consulente d’immagine?

9 ) Leggendo il blog di Corsari del Gusto?

10 ) Non esiste.

Credo che questa riflessione si può estendere a tutto il modello di vita cui oggi siamo sottoposti infatti, tutto dove guardiamo,  possiamo scorgere la mano e la firma dell’artista del pacagine: tanto contenitore poco contenuto. (By Corsaro)

14 Commenti »

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


14 Risposte a “Contenitori e contenuto”

  1. 1

    AlbertoM dice:

    Io mi affido alla fiducia verso il bottegaio ed al mio gusto. Se una cosa è buona poi la ricompro.

  2. 2

    Luca Ripellino dice:

    Proprio così Alberto, le percezioni gustative e sensoriali del proprio palato devono essere al di sopra di tutto, e non necessariamente concordi con ciò che generalmente si pensa di un prodotto, un negozio, un ristorante… Poi è ovvio che subentrano altri fattori, quali ad esempio il passaparola tra persone in grado di consigliare bene, piuttosto che la fiducia nel tuo bottegaio di sempre, e perchè no in qualche Guida ben curata e ben fatta…. Cmq il rapporto di fiducia, in quest’ottica così come in ogni situazione della vita, è fondamentale: ti faccio un esempio, io ho un bel rapporto di stima e fiducia con un bottegaio di Novara, che è titolare di una delle botteghe migliori almeno di tutto il Piemonte, e forse non solo… Bene, proprio grazie alla fiducia suddetta, non sai quante volte mi è capitato di andare a comprare da lui senza avere un’idea precisa su “cosa comprare”, ma semplicemente chiedendo a lui qualcosa di nuovo o particolare (magari in base al periodo, alla stagione, a nuove forniture, nuovi contatti, ecc), e credimi che ogni volta ho avuto modo di fare belle esperienze gastronomiche…. E il bello è che pare proprio che la fiducia sia reciproca: nel senso che sono riuscito a mettere in contatto questo bottegaio col Corsaro, che per Natale gli ha fornito una bella quantità di prodotti d’oca e d’anatra, che sono andati a ruba! A tal proposito, se l’anonimo mascherato con 1 dei 10 IP riconducibili alla stessa persona che ieri ha scritto di non trovare in giro prodotti di Cascina Peschiera perchè non esistono, se ha davvero intenzione di provarli ci contatti e di indirizzi in cui trovarequei prodotti gliene diamo più di uno, a partire naturalmente da quelli più vicini (quindi più comodi) alla zona dove l’anonimo vive, sempre che ce la voglia rivelare…. Con un’avvertenza, anonimo: i prodotti li trovi dove ti diciamo ma SOLO IN STAGIONE, perchè tu, gatsronomicamente così colto,preparato e attento, saprei bene che l’oca in primavera non s’ammazza e non si trasforma in salami, vero?!

  3. 3

    enrico dice:

    Io non sono l’anonimo e via dicendo e sono pienamente d’accordo con Luca sulla stagionalit

  4. 4

    Luca Ripellino dice:

    Ma pensa…

  5. 5

    Corsaro dice:

    Luca a citato l’eventualità dell’uso delle guide, quelle serie! Tra queste come non citare il GOLOSARIO di Paolo Massobrio e Marco Gatti?
    Dietro c’è il capillare, eroico e preciso lavoro di appassionati, tecnici e, perchè no, “mangioni”: vedi le loro faccie felici e contente che sono la garanzia migliore!
    Poi conosco anche la Guida Gantiè per la Provenza, Costa Azzurra e sud Piemonte: utilissima per il turista fai da te, come me, che ama sperimentare.
    Si! Trovo che se la guida è ben fatta può essere un valido aiuto.

  6. 6

    AMMINISTRAZIONE dice:

    Sig. ENRICO.
    Visto i trascorsi e considerando la sua buona fede, quindi nulla da nascondere, La invitiamo a registrarsi nel blog fornendo dati veri e riconducibili alla Sua persona che, chiaramente, non saranno pubblicati. Noi non abbiamo nulla contro le opinioni forti e contrarie alle nostre ma vorremmo sapere con chi stiamo parlando.
    L’anonimato rientra comunque nei Suoi diritti di visitatore ma non legittima la Sua posizione che tutto sommato, seppure con qualche ombra, ci risulta interessante perchè abbastanza ferrata in materia di food locale. Ci pensi con calma, valuti e faccia Le sue scelte che noi faremo, di conseguenza, le nostre magari anche bloccando gli accessi anonimi al blog. Poco democratico ma abbiamo bisogno di lavorare tranquilli.
    Grazie e buona Giornata.

  7. 7

    Enoteca Soliti Ignoti dice:

    Forse un pò ovunque stiamo riscoprendo l’importanza della FIDUCIA; speriamo sia vettore rapido e decisivo per la rivalutazione del RAPPORTO UMANO. Sabato sera un cliente mi ha detto: “vede, lei ha il pregio/difetto di avermi farmi riappassionare al vino”. E’ una delel soddisfazioni più grandi per il nostro lavoro

  8. 8

    Corsaro dice:

    Anche io la penso così: fattore uomo! O rapporti umani come toccasana per ogni crisi.

  9. 9

    enrico dice:

    Si, sovente penso.Corsaro, c’è posta

  10. 10

    Fabiana Del Nero dice:

    Credo che come spesso accade la risposta sia nella domanda.
    Una scelta consapevole dipende dalla consapevolezza, quindi dalla conoscenza che si ha o che si dovrebbe avere quando si agisce.
    E’ chiaro che esistendo un mercato esistano operazioni e tecniche mirate ad aumentare le vendite anche puntando su un packaging vincente o almeno convincente.
    Ritengo sia assolutamente fondamentale fornire gli strumenti per acquisire la conoscenza del prodotto che si va ad acquistare, ma spesso la superficialità è la via più facile, come sempre informarsi, leggere, capire costa tempo e fatica, è chiaro che ci sia chi navighi o approfitti anche della” beata ” inconsapevolezza altrui.
    Un caro saluto, a tutti buon lavoro
    Fabiana

  11. 11

    Corsaro dice:

    Benvenuta Fabiana tra i Corsari del Gusto.
    Grazie per il tuo prezioso contributo!

  12. 12

    Luca Ripellino dice:

    Benvenuta anche da parte mia Fabiana, e complimenti per il tuo bellissimo blog: l’ho guardato molto velocemente, ma mi pare che si respirino a pieni polmoni rilassatezza e serenità, vere manne del cielo, e in più ci sono immagini splendide dei tuoi lavori…. Complimenti!

  13. 13

    ale dice:

    Come sarebbe a dire che l’oca non si ammazza in primavera e dove sta scritto, qui da noi non è così, basta avere un certo giro e tutto e fattibile senza stravolgere per nulla la natura, sono 30 anni che vivo tra gli starnazzi e non ho mai sentito una cosa simile.

  14. 14

    CORSARO dice:

    Sono oche vecchie, non di stagione.

Lascia un commento




Il tuo commento:

Segnala questa notizia su ZicZac!