Corsari del Gusto®

Liberi pensieri di un contadino della provincia di Cuneo e dei suoi amici

Archivio Blog

Ambiente? Ma chi se ne frega dell’ambiente!

Quante ciance sulla salvaguardia dell’ambiente!

Salviamo la natura, i fiumi, i mari, la terra madre, la madre terra…

Il contadino custode dell’ambiente! Ma che bello, molto country, molto “di sinistra” come diceva un tal Giorgio Gaber in una sua poesia cantata.

PURTROPPO LA REALTA’ E’ UN ALTRA!!

Ogni giorno il nostro ambiente viene violentato nella più totale indifferenza. Di tutti!

Nel post precedente ho parlato di fotovoltaico nei terreni agricoli, cosa che ha fatto scendere in campo tutti i grandi ecologisti, associazioni ambientaliste, e i vari difensori del verde pubblico e privato. Tutti daccordo che bisogna impedire che, con gli impianti fotovoltaici in pieno campo, nel giro di pochi anni, sparisca ogni spazio verde coltivato o non coltivato. Bene! Sapete cosa hanno fatto? Hanno messo (come amano dire Lorsignori) dei paletti che impediranno lo scempio. Uno di questi paletti è il divieto di costruire impianti fotovoltaici nei terreni di prima classe.

Scusate ma mi viene da sconpisciarmi dalle risate. Amare però!

Variare la classe di appartenenza di un terreno è cosa di 10 minuti: fatta la legge trovato l’inganno. Credo che in questo modo, con il miraggio dei guadagni facili, legalmente molto discutibili,  il suolo agrario rischia l’estinzione.

Altro argomento?

schiuma di liquameOgni giorno, nella mia provincia dei balocchi, vengono scaricati litri e litri di liquami zootecnici nei fossi, che poi vanno nei fiumi, che poi vanno nei mari…( vedi foto: particolare schiuma di liquame)

E questo succede nell’indifferenza di tutte quelle istituzioni, comprese le associazioni di categoria che tanto si prodigano per la campagna che è nostra amica.

Ancora?

Metalli pesanti nei mangimi! Mai sentito?

E’ pratica quotidiana farcire i mangimi zootecnici, oltre le innumerevoli innominabili galuperie, di metalli pesanti ai fini…terapeutici? Non so, andrebbe chiesto agli alchimisti, pardon, formulisti dei mangimisti. La loro presenza si legge tranquillamente nei cartellini cuciti sui sacchi o allegati alle bolle di consegna di questa …merce.

Sta il fatto che, questi metalli, si accumulano nelle carni che poi noi mangiamo…

Sta il fatto che vengono assorbiti in parte nella digestione degli animali, altra parte viene evacuata, per le due vie principali, liquida e solida, e finisce in falda.

Mi ricordo, a tal proposito, che anni fa, si usava tranquillamente arsenico…ma che bontà!

Pessimista? No, realista!

By Corsaro

Avevamo un sogno: Mompracen!

Chi, come me, ha avuto la fortuna di vivere da ragazzino gli anni 70 sicuramente ricorda le gesta della Tigre di Mompracen, Sandokan e di tutti i suoi amici tigrotti.

Sandokan, Yanez, Ragno di Mare, Sambiglion erano i nostri eroi che combattevano per la libertà contro la tirannia del colonialismo inglese del  “Rajah bianco di Sarawak”, James Brook. Continua..

Il successo è un viaggio…

QUALSIASI COSA FACCIATE O SOGNATE DI FARE COMINCIATELA:

L’AUDACIA HA IN SE’ GENIO FORZA MAGIA. IL SUCCESSO E’ UN VIAGGIO, NON UNA DESTINAZIONE.                              (Johann Wolfgang von Goethe)

 

 

In culo alla balena!

Per chi non lo sapesse è un augurio.

Dai, diciamolo che ne abbaiamo abbastanza di tutto il miele Natalizio! Il miele è buono, non ci piove ma quello naturale…Non di certo quello forzato, laudato, cantato, per forza di cose.

Il perdono a tutti i costi,  (chiaramente legato ad un tornaconto che è sempre spudoratamente evidente), l’armonia si vende al Kg, baci ed abbracci  a gògò, siamo tutti amici, famolo strano, smac smac…

Ma che balle!  Nemici o  amici, guerra o pace, bianco o nero, giorno o notte, destra o sinistra (in senso di svolta), angeli o diavoli…       Yin e Yang è il concetto! 

Chiaro che l’uno non annulla l’ importanza dell’ altro;  Non c’è giudizio ma c’è la consapevolezza dell’insieme creato da due forze opposte che in una contrapposizione senza fine si bilanciano… 

Troppo difficile? Allora “in culo alla balena” a tutti. (By Corsaro)