Corsari del Gusto®

Liberi pensieri di un contadino della provincia di Cuneo e dei suoi amici

Oca arrosto

oca arrosto 1

Per i golosi e per tutti gli estimatori dell’oca ecco due immagini che parlano da sole.

oca arrosto 2

 

Oca arrosto che ho cucinato a Pasqua, per tutta la famiglia. Ed è stato un successone! Si nota nella prima immagine che, per mantenere umide le carni, nonostante il grassetto dell’oca, ho preferito avvolgerla con del lardo di suino gentilmente fornito dall’amico Valerio Fenoglio del Salumificio Fenoglio (clicca).

Prima di avvolgerla nel lardo l’ ho cosparsa e massaggiata con un trito fatto con spezie, gusti vari  e sale.

La cottura al forno, circa 180°, per tre ore. Impensabile per un animale allevato in batteria a mangimi industriali! Credo che si disintegri!

La mia oca, l’oca di Cascina Peschiera,  era un oca di tre anni, matura, allevata con erba e granaglie. Ha “retto” egregiamente alla cottura è rimasta morbida, gustosa, una vera ghiottoneria! Poi quelle patate cotte in quel grasso fuso…(By Corsaro)

2 Commenti »

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


2 Risposte a “Oca arrosto”

  1. 1

    Harlock dice:

    metti che uno capita in questo blog e non ha ancora mangiato! …è no, non si fa caro Corsaro tu sei veramente un pirata 🙂

  2. 2

    Corsaro dice:

    AHHHH ah ah ah

Lascia un commento




Il tuo commento:

Segnala questa notizia su ZicZac!